Nell’allenamento con i sovraccarichi alcuni accessori possono essere molto importanti nel preservare l’articolazione o aiutare nella performance di un determinato sollevamento. Questi possono essere di diverso tipo e materiale, misura e qualità. In questo articolo analizzeremo alcuni di loro spiegandone l’effettiva efficacia e modo di utilizzo.

Polsini:

Questo accessorio è forse uno dei più utilizzati nell’ambito fitness, bodybuilding e powerlifting. Conferiscono supporto e stabilità all’articolazione del polso riducendo così lo stress articolare causato dal carico in esercizi di spinta come panca piana, lento con i manubri ecc… Non hanno nessun vantaggio elastico durante l’alzata, in quanto forniscono solo sostegno, possono però incrementare positivamente la performance. Ne esistono di diverse misure e rigidità e dovranno quindi essere scelte in base alla propria esigenza e comodità. Dovranno essere indossate nel modo corretto quindi avvolgendo in parte il dorso della mano e in parte il polso così da coprire interamente l’articolazione e non solo sulla parte bassa verso l’avambraccio rendendo così la loro applicazione in quanto inutile dato che il polso riuscirà a muoversi liberamente senza nessun sostegno. Meglio se vengono utilizzati con carichi elevati e solo se necessario, non abituarsi ad indossarli anche per carichi molto bassi.

Straps: 

Sono delle particolari cinghie fatte in cotone robusto e parti in neoprene, utilizzate in esercizi di tirata come trazioni, stacco, pulley ecc… possono essere lunghe all’incirca 60 cm e larghe dai 3 ai 4 cm. Questi conferiscono un aiuto sostanzioso alla mano migliorando di conseguenza la presa, permettendo così di maneggiare carichi più elevati o di eseguire un numero maggiore di ripetizione. Tuttavia a livello agonistico in alcune discipline (esempio powerlifting) non sono concesse in quanto come detto prima aiutano nel sollevare un carico maggiore.

Gomitiere e ginocchiere:

Come suggerisce il nome questi due accessori sono rispettivamente per gomito e polso. Sono realizzati in neoprene che a contatto con il calore del corpo mantiene l’articolazione calda evitando epicondiliti nel caso del gomito, e la sostiene in quanto comprimono uniformemente quando indossate. Anche loro per quanto poco aiutano l’alzata avendo un effetto “elastico”. Sicuramente anche loro meglio se indossate con carichi importanti e molto impegnativi, saranno da considerare  come polsini e straps.

Gli accessori come polsini, gomitiere, straps ecc. ci possono aiutare nei nostri allenamenti soprattutto se siamo atleti intermedi e avanzati. Più riusciamo a “spingere” negli allenamenti più questi gadget diventano essenziali.

 

Per chi è alle prime armi non sono necessari, visti i carichi limitati. La poca dimestichezza tipica poi di chi è alle prime armi può contribuire ad indossare in modo scorretto questi accessori rendendoli del tutto inutili e addirittura controproducenti.

Consigliamo poi di puntare a marchi che garantiscano qualità, conviene spendere qualcosa in più e portarsi a casa oggetti efficaci e durevoli nel tempo.

 

Pensi di aver bisogno di qualche accessorio per i tuoi allenamenti? Se si quali e perché? Scrivici nei commenti! E ricorda, se hai qualche dubbio noi trainer Be Aktive siamo sempre a disposizione per dispensare buoni consigli!

 

 

Luca Magarotto

Il mio percorso nel mondo del fitness è cominciato all’età di 15 anni circa con l’ iscrivermi in palestra per rimettermi in forma, migliorare il mio fisico e la mia salute. Con il passare degli anni e degli allenamenti mi sono appassionato sempre di più a questo mondo, arrivando così a a fare un buon cambiamento e attraverso corsi di formazione sono riuscito a trasformare la mia passione in un lavoro, riuscendo ad unire le due cose. Negli ultimi anni mi sono anche appassionato al mondo delle gare di natural bodybuilding partecipando alla mia prima nel 2019, e programmandone altre per i prossimi anni.